STUDIO TECNICO - Ingegnere Gian Piero DETTORI - Nuoro

Prestazioni Tecniche Professionali

Oops!

It looks like you don't have flash player 6 installed. Click here to go to Macromedia download page.

 

TERMOREGOLAZIONE DEL CALORE


Prima degli anni ’90 l’autonomia e la ripartizione delle spese termiche negli impianti di riscaldamento non erano prestazioni molto richieste dagli utenti condominiali e non erano neppure ritenute di particolare interesse.
Nell’ultimo decennio, a causa degli alti oneri di costo dei combustibili fossili e di gestione degli impianti, la situazione generale è radicalmente cambiata e resa ancora più insostenibile dal perdurare di una grave crisi economica.
 
In particolare, per quanto riguarda gli impianti di riscaldamento centralizzati, si è diffusa l’esigenza di conseguire due obiettivi di efficienza energetica, offrendo ad ogni utenza la possibilità di poter riscaldare solo quando serve e di poter pagare solo in base al calore consumato.

Ciò premesso, il progetto dell’impianto di termoregolazione del calore viene a configurarsi quale parte integrante dell’impianto di climatizzazione invernale e, come tale, deve essere adeguatamente progettato, ad opera di un tecnico competente ed abilitato.

Il progetto dell’impianto di termoregolazione rappresenta una fase particolarmente delicata per il progettista termotecnico, che deve dimostrare nei casi reali di risoluzione delle problematiche impiantistiche, una particolare sensibilità ed esperienza.
Le fasi essenziali di analisi consistono nella determinazione dei gradi di preregolazione delle valvole termostatiche e nell’adeguamento della pompa di circolazione (determinazione delle condizioni di esercizio, di portata e prevalenza, conseguenti all’installazione delle valvole termostatiche).

La termoregolazione del calore di un edificio condominiale viene progettata sulla base dei principi enunciati nelle norme tecniche UNI, che prescrivono sia i requisiti fondamentali della procedura di analisi, che i metodi di calcolo da applicare nei casi concreti in cui si opera.

L’obiettivo è quello di regolare e determinare il consumo volontario degli utenti, mediante i dispositivi di termoregolazione, non trascurando il consumo involontario connesso alle dispersioni della rete di distribuzione dell’impianto.
È necessario calcolare due componenti di spesa consistenti nella quota a consumo, da ripartire in base ai prelievi dei singoli utenti (misurati attraverso i dispositivi di contabilizzazione), e la quota fissa (comprendente le dispersioni e le spese gestionali), da ripartire in base alla potenziale capacità di consumare (millesimi di fabbisogno).

L’utilità della termoregolazione e contabilizzazione del calore, compreso il successivo riparto delle spese secondo i consumi effettivamente registrati, già prevista nel lontano 1991 dalla legge 10, viene attualmente ribadita e confermata dalle norme europee, dalle leggi nazionali e regionali.

In merito alle innovazioni tecnologiche relative all’adozione di sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore e al conseguente riparto degli oneri di riscaldamento in base al consumo effettivamente registrato, la legge 10/91 prescrive che l’assemblea di condominio possa decidere a maggioranza, in deroga agli articoli 1120 e 1136 del codice civile.

Una novità importante in campo normativo è stata introdotta dal DPR 59/09, secondo il quale in tutti gli edifici esistenti con un numero di unità abitative superiore a 4 ed appartenenti alle categorie E.1 ed E.2, nel caso di ristrutturazione o nuova installazione dell’impianto termico, devono essere realizzati gli interventi necessari per permettere la termoregolazione e contabilizzazione del calore per singola unità abitativa.

Recentemente la Direttiva 2012/27/UE, ha imposto in Europa l’obbligo di installazione di sistemi di contabilizzazione dei consumi di riscaldamento, raffrescamento ed acqua calda sanitaria entro il 31 dicembre 2016. Il D.Lgs. 102/14, ha recepito la suddetta direttiva europea ed impone l’obbligo di installazione di dispositivi di contabilizzazione in tutto il territorio nazionale.